Curve allo Specchio: Chiara Travaglione

curve-allo-specchio

Vi presento Chiara!

E’ una splendida donna, una bravissima professionista e, soprattutto, una mia solare conterranea.

Se volete scoprire tutti i segreti dell’abbigliamento intimo potete passare a trovarla da Fortissimo Intimo, in via Calcavinazzi, 2E a Bologna. Non ve ne pentirete!!!

Il suo motto è: La vita è come uno specchio, ti sorride se la guardi sorridendo.

1 (1)

Chi è la donna che vedi nello specchio? E’ una ragazza che sta iniziando a diventare “donna” in tutte le sue sfumature.

Che donna sei? Una donna forte e debole allo stesso tempo.

Come sei diventata la donna che vedi? Attraverso tutte le malelingue che mi hanno sempre ferita e grazie a tutte le persone care che non mi hanno mai lasciata sola.

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Amo il fatto di aver vissuto la vita a pieno anche solo giocando per strada e non rintanata in casa come i bambini di oggi ed amo che nonostante non fossimo benestanti, la mia famiglia non mi abbia mai fatto mancare nulla. Odio solo il fatto di essere stata “strappata” via, ad 8 anni, dalla mia Terra (Napoli) e da tutti gli affetti più cari, per cercare un futuro migliore.

1 (7)

Ti piaci? E cosa ti piace di te? Direi di sì. Mi piace essere così sognatrice, di stare lì ad occhi aperti ad immaginare la mia vita futura. Mi piace che nonostante tutto, un sorriso riesco a tirarlo sempre fuori. Mi piace la mia determinazione nelle cose, quando mi metto qualcosa in testa non mi ferma più nessuno. Ed infine, mi piace il fatto di esserci SEMPRE per le persone che hanno bisogno di me.

Cosa cambieresti invece? Cambierei la mia troppa insicurezza. L’apatia che a volte si impadronisce di me, annientandomi. Vorrei essere un po’ più egoista e menefreghista. Di riuscire a far prevalere il cervello sul cuore.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Da un paio d’anni è molto cambiato. Sto finalmente iniziando ad amarmi un po’ di più. Ci sono alcune parti di me che adoro ed altre che eliminerei completamente!

E con la bilancia? E’ un rapporto di odio/amore. Non riesco a viverne senza (almeno una volta a settimana) per tenere tutto sotto controllo ma ogni volta che alzo il piede per salirci sento lo stomaco attorcigliarsi! ahahahah

Come ci convivi con la taglia? Ero una taglia 56/58… ora una 46/48. Ancora non mi rendo conto della mia taglia reale. Quando provo dei vestiti mi sento dire: “è grande! Ci vuole una taglia in meno!”.

1 (3)

Che cos’è la bellezza e quanto è importante per te? Bellezza per me è curare se stessi al punto da sentirsi a proprio agio con il proprio corpo e con le altre persone. TUTTE POSSIAMO SENTIRCI BELLE. Poi, da quando ho iniziato a lavorare in una boutique, è diventato sempre più importante. Inizialmente era solo per una questione lavorativa, giorno dopo giorno è iniziato a diventare fondamentale l’essere sempre “presentabile”. Non è una questione di peso, ma di volersi bene! Non bisogna mai trascurarsi o essere trasandate. E sapete per chi? Per se stesse!

Tu… e il cibo? È un rapporto di odio/amore anche qui… AMO mangiare ma adesso quando eccedo mi sento in colpa nei confronti del mio corpo e di tutta la fatica che ci ho messo per calare. Con la dieta ho imparato finalmente a mangiare! Posso mangiare tutto quello che voglio sapendo poi come fare a “riparare”.

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? A tavola sicuramente la pasta!! Al di fuori della tavola amo lo shopping e quando vedo quel qualcosa che mi fa letteralmente sbrilluccicare gli occhi, non resisto e la compro!

A cosa non sai rinunciare? Da quando ho iniziato il mio percorso, direi la palestra… un tempo ero strapigra e mai avrei detto di poter dire una cosa così………ho trovato il mio “equilibrio”, è diventata la mia valvola di sfogo per tutto lo stress che si accumula durante la settimana. Quella sensazione di aver usato TUTTE le energie per buttare tutto fuori ti fa stare da dio!

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? Penso piaccia il fatto che sono sempre una ragazza sorridente, che ama stare in compagnia e divertirsi senza pensare troppo al negativo della vita… delle due quando me ne sto buona ed in silenzio, chi mi conosce, sa che c’è qualcosa che non va. Degli altri risottolineo quello che ho detto prima, invidio il loro “egoismo” verso le altre persone… che siano così capaci di staccare il cuore dalla mente, riuscendo a prendere decisioni razionali senza troppi coinvolgimenti. Di pensare prima a se stessi e poi agli altri.

1 (4)

Quanto conta il giudizio degli altri? Sinceramente mi importa il giusto. Nella vita, con i miei chili, ho dovuto imparare a fregarmene altrimenti mi sarei ammazzata come fanno tanti ragazzini. La gente è crudele e se vuole ferirti gli basta guardarti con uno sguardo disgustato. L’importante è stare bene con se stessi, degli altri bisogna imparare a fregarsene se no non si riesce nemmeno a vivere.

Cosa ti fa soffrire? Mi fa soffrire chi mi illude. Chi promette e poi non mantiene una promessa. Soffro quando mi vedo allo specchio, nuda, perché a volte non mi vedo come vorrei.

Quale aggettivo ti da più fastidio in relazione al tuo corpo? Grassa.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? La sensualità. Una donna con le curve è una donna da poter afferrare… da poter sentire sotto le mani… indistruttibile.

1 (6)

Sei felice? Mi sento come su un’altalena. Ci sono giornate felici e giornate di assoluta depressione. Tutto sommato non posso lamentarmi.

Cosa ti rende felice? Tornare a casa e trovare la mia “cana” (perché “cagna” non si può proprio sentire) Trilly che scodinzola come una matta. Essere semplicemente a cena con la mia famiglia e ridere tutti insieme. Oppure stare con i miei amici anche solo a raccontare una marea di cavolate. Sono anche felice quando le mie clienti escono FELICI e non fanno che ripetermi quanto siano state bene in nostra compagnia. Passare il mio tempo con la persona e le persone che amo fondamentalmente.

Cosa ti manca per essere felice? Un amore GRANDE.

La donna in cui ti rispecchi di più? Mia mamma.

La canzone a cui ti senti più legata? Incancellabile di Laura Pausini.

Il film che ami di più? Oddio… ce ne sono veramente TROPPI. A caldo “La vita è bella”.

La frase che ti racconta? La vita è come uno specchio, ti sorride se la guardi sorridendo.

Cosa vedi davanti a te? Un lungo percorso in cui dovrò rimboccarmi le maniche e darmi da fare. Sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni.

Dì qualcosa a te stessa Hai affrontato di tutto e di più. Non farti spezzare da niente e da nessuno. Puoi farcela. Alzati, combatti e vinci!!!

 

Annunci

La tua Primavera Curvy da Femme!

Buongiorno Bellissime Femme!!

Era da un po’ che volevo scrivere questo post sui nuovi arrivi Primavera/Estate 2016…ma sapete che nella mia testa ne frullano davvero tante, dall’esposizione in Boutique agli abbinamenti migliori…tanto che trovare un attimo per sintetizzare tutto è stato davvero difficile!! 😀 Ma eccomi qui!

Già da qualche giorno sto postando le foto dei nuovi Outfit Curvy sulla FanPage Femme by Marianna lo Preiato e in molte di voi hanno già avuto modo di provare i nuovi capi e testane la vestibilità…qui vi do qualche consiglio in più per la bella stagione! Pronte a scoprire i nuovi capi e riscoprirvi belle e glamour?? 😀

12919624_604744513007526_394127909265347716_n

Abiti da Cerimonia Curvy

Matrimoni, prime comunioni, eventi importanti e feste alle quali è impossibile rinunciare. Se la primavera è un’esplosione di colori e profumi, è anche il momento in cui si ricomincia ad uscire e…sfoggiare un po’ di outfit eleganti e particolari!

Ecco perché ho pensato a voi, prediligendo abiti e completi perfetti per le più morbide senza rinunciare all’eleganza né alla comodità. Il mio consiglio che vale per tutte? NON FATE ACQUISTI LAST MINUTE!! Se dovete partecipare ad una cerimonia o a un evento, anche in estate, iniziate a provare già da ora gli abiti che fanno al caso vostro…il rischio che correte è di non avere più la stessa possibilità di scelta e dovervi accontentare. Il motivo è semplice: dopo la produzione di abiti primaverili e anche da cerimonia, gli store si riempiono di abiti estivi e non sempre adatti agli eventi più formali. Quindi…non rimandate: vi aspetto in Boutique con questi fantastici abiti Persona, Eclà, Siste’s More, Sophia Curvy…

6838_598901196925191_4215939216206739613_n

10456044_598837206931590_135670102542270484_n

12936691_607654576049853_9070665487914897459_n
12963612_607680372713940_3933664004453336352_n

12985400_608429002639077_210671105823149942_n

Primavera: i look Casual Curvy!

Altro cruccio che noi morbide dobbiamo affrontare con l’arrivo della bella stagione è la vestibilità dei capi. Scoprirsi non è sempre facile…eppure il segreto non è coprirsi ma valorizzarsi senza rinunciare alla comodità.

Un ottimo esempio di vestibilità e sviluppo di taglie forti lo ha dato Sophia Curvy, che per la primavera/estate ha creato dei capi davvero femminili e confortevoli, per il giorno e la sera. Femminili e comode sono anche le proposte di Persona by Marina Rinaldi, Eclà e Siste’s More. Per me è impossibile scegliere la collezione preferita: sono tutte spettacolari! Il mio consiglio? Passare in Boutique e creare il vostro stile scegliendo di ogni brand il capo che fa per voi!

12928182_604641186351192_5711213550890842895_n

12932750_608429172639060_6686807677175606200_n

12974365_610440115771299_2683720436397217234_n

13010600_610435709105073_5986114564698047273_n

13001099_610431329105511_913185060634611446_n

…e per la stagione più calda?? Continuate a seguirmi, tra qualche settimana vi presenterò i capi irrinunciabili per la vostra estate curvy.

Vi aspetto in Boutique!!! 😀

 

 

La mia “grassa” personalità

 

curvy

Bellissime Femme!

Oggi vi racconto una cosa che mi è capitata un po’ di giorni fa…e che mi ha fatto riflettere tantissimo sul modo in cui io vedevo me stessa qualche anno fa e su come adesso vivo il rapporto con il mio corpo…ma, soprattutto, su quanto possano influenzare i commenti altrui e gli stereotipi che da sempre ci rendono infelici! Ma andiamo con ordine…

Rovistando nella scatola dei ricordi sono apparse queste foto! Erano finite nel dimenticatoio ma riguardandole oggi, dopo anni, mi viene da dire: “Che fisico, ragazzi!!!

 

Untitled design (2)

Ero in forma, giovane, piena di vita (tipo adesso 😁)…non c’era proprio nulla che non andasse in me! Eppure, di quel periodo della mia vita l’unica cosa che ricordo è che per molti ero: Grassa, Robusta o, quando mi andava bene, Formosa!

…GRASSA? ?? Ma dove???

Untitled design (4)

Riguardando queste foto con la consapevolezza di oggi, posso affermare che l’unica cosa “grassa” che avevo e che mi appartiene ancora è la mia personalità, che è sempre stata più “grassa” del mio corpo. Vi state chiedendo perché? Beh, perché mi ha permesso di superare le difficoltà, le ingiurie, i fallimenti. Di coltivare le amicizie, di formare una famiglia, di realizzarmi nel lavoro nonostante una vita puntellata di eventi drammatici e dolorosi (ma questa è un’altra storia).

I consigli di chi ti vede con occhi distorti, che ti dice che sei grassa e che devi dimagrire, e che ti ingiuria ingiustamente sempre in modo gratuito, possono danneggiare quello che è poi il tuo futuro di donna. Le ricordo le persone che con i sorrisini ironici mi dicevano: “Sei grassa…” quando non lo ero affatto! Maledetti stereotipi 😥

Untitled design (3)

Oggi penso a quanto sono stata stupida a sentirmi inadeguata. Ma secondo voi ero grassa?? È una domanda voglio fare a quelle ragazze giovani che pensano di non essere perfette: guardate me in queste foto, e guardate voi stesse con obiettività, senza paragonarvi a modelle o attrici. Osservatevi e chiedetevi cosa c’è di sbagliato in voi e, soprattutto, rispondetevi con onestà. Non date ascolto a chi vi giudica, a chi vi esorta ad andare in palestra o a mettervi a dieta. Alle persone che quando ordinate una fetta di torta arricciano il naso  perché “non dovresti mangiarla”. Io,  rivedendomi ora, vorrei solo abbracciarmi e dirmi di credere in me stessa più che negli altri, di non rincorrere stereotipi impossibili e di sentirmi bella proprio per quello che ero…e che sono!

cimettolacurva

 

Non mi spiego il perché di tanta “ignoranza” sul corpo femminile, che deve corrispondere necessariamente a certi parametri per essere perfetto. Ma perfetto in cosa? E poi, chi lo possiede questo corpo perfetto? L’essere umano, in quanto tale, ha dei difetti! Non è perfetto! Ma non è questo a renderci davvero speciali?? Non è bellissimo il corpo delle atlete, muscoloso e imponente, che in molti giudicherebbero poco femminile? E non è bellissimo anche quello di una donna in carne? Non sono le diete a rendere perfetta una donna, ma il modo in cui si prende cura di se stessa e si fa rispettare, anche da chi continua a giudicarla. Vorrei che tutte voi, soprattutto le più giovani, raggiungeste questa consapevolezza il prima possibile, perché è questo che ti fa essere felice: la consapevolezza, non la perfezione.

A pensarci bene, io una cosa perfetta ce l’ho e continuerò ad averla: il mio sorriso! E sono sicura che anche il vostro sia perfetto!! 🙂

IMG-20160124-WA0037

 

 

 

 

 

Curve allo Specchio: Emiliana Di Muccio

curve-allo-specchio

“Se la mia amica Barbara Christmann l’ha scelta come modella per il suo Calendario Beautiful Curvy 2016 come minimo è BELLISSIMA!

Emiliana, inoltre, è anche simpatica, allegra, solare e … molisana: vive in una regione alla quale sono molto legata!

Ci regala una frase di una canzone di Mario Biondi da non dimenticare mai “prenditi il tuo tempo credi in quel che sei non aver paura”.

IMG_20151203_201622

Chi è la donna che vedi nello specchio? La donna che sono oggi….una donna in rinascita, una donna che si è rimessa in piedi dopo una caduta ed è più forte di prima.

Che donna sei? Sono una donna dolce ma che allo stesso tempo sa essere molto pragmatica, sa darti un mondo…il suo mondo, ma  sa togliertelo se non vede da parte tua la stessa enfasi nel donare te stesso.

Come sei diventata la donna che vedi? Passando per periodi belli e periodi brutti, per lotte continue con me stessa e la mia fisicità. Poi ho capito che il segreto era AMARSI…e da lì è iniziato il mio cambiamento.

IMG_20160107_140307

Cosa ami e cosa odi del tuo passato? Odio l’aver dato agli altri la possibilità di ferirmi.. e amo l’aver incontrato tante persone che mi hanno amata per come sono.

Ti piaci? E cosa ti piace di te? Amo la mia solarità, la mia allegria, il mio sorriso, la mia forza, la mia tenacia! Spesso mi identifico nel fiore di loto, un fiore bellissimo che riesce a nascere perfettamente pulito da acque torbide. È questo il segreto della rinascita. Ogni donna può superare periodi non bellissimi e guardare avanti con positività!

Cosa cambieresti invece? Ad oggi non cambierei nulla perché in tante cose sono già cambiata. Ho capito che la mia dolcezza e sensibilità non sono per tutti ma solo per chi lo merita.

Che rapporto hai con il tuo corpo? Lo accetto e cerco di migliorarlo giorno dopo giorno. In passato per colpa di “qualcuno” ho iniziato a vederlo in maniera distorta e non mi piaceva per niente…poi mi sono resa conto che di distorto c’era solo la sua testa!

IMG_20160106_210525

E con la bilancia? Non ce l’ho, non l’ho mai comprata…non sono fissata sul peso ma piuttosto sul come mi sento con me stessa e col mio corpo, e poi penso che parlino più i vestiti della bilancia!

Come ci convivi con la taglia? Oggi bene! Ho imparato a valorizzare i punti di forza, a scegliere un abito che mi dona e che metta in evidenza i miei lati migliori. Con la partecipazione al Calendario BeautifulCurvy il mio rapporto col mio corpo è migliorato molto. Mi piaccio, mi apprezzo e mi valorizzo. L’essere stata scelta da Barbara Christmann come modella per il calendario è stato come ricevere una flebo di autostima!

Curvy 12_2281IMG-20160110-WA0010

Cos’è la bellezza e quanto è importante per te? Amo tutto ciò che è bello! Anche per via del mio lavoro, sono estetista e con la bellezza ci lavoro ogni giorno. Faccio di tutto per rendere le donne più sicure e farle sentire più belle.

Tu…e il cibo? Oggi ho un rapporto normale. Mi piace la convivialità, adoro stare a tavola con le persone a me care e mi piace cucinare per le persone a cui voglio bene. In passato è stato una valvola di sfogo…purtroppo!

A cosa non sai resistere, non solo a tavola? Alla pizza! Ai risotti! Alle patate al forno!

A cosa non sai rinunciare? Non so rinunciare alla compagnia degli amici, alla condivisione della mia vita con le persone a me care, non so rinunciare alla felicità, quindi cerco in ogni modo di scrollarmi di dosso i pensieri negativi quando provano ad affollarmi il cervello.

Cosa piace agli altri di te e cosa piace a te degli altri? In molti apprezzano la mia schiettezza, la mia sincerità nel bene e nel male, la mia dolcezza, il mio esserci sempre, una persona su cui contare. Degli altri apprezzo la sincerità, l’allegria, la sicurezza e a volte la leggerezza nell’approccio con la vita! Se ne avessi avuta anche io un po’ di più non avrei permesso a delle frasi di ferirmi.

Quanto conta il giudizio degli altri? Oggi conta molto meno che in passato. E conta il giudizio delle persone che per me contano, il resto sono solo opinioni.

IMG_20160106_210655

Cosa ti fa soffrire? Mi fa soffrire quando qualcuno pensa con la furbizia di prendermi in giro. Mi dispiace quando dai 1000 e ricevi 10.

Quale aggettivo ti dà più fastidio in relazione al tuo corpo? Non ce n’è uno in particolare. Penso che molto dipenda dal tono che si usa.

Uomini e curve. Qual è la retta che li unisce? Non credo ci sia una retta ad unirli…piuttosto una curva! Agli uomini piacciono le curve! E ne ho la conferma ogni giorno.

Sei felice? Si molto! Perché sono  soddisfatta della mia vita! Mi sono sempre impegnata al massimo per raggiungere determinati obiettivi personali e professionali! E perché ho imparato a cercare la felicità dentro di me e non nelle persone che incontro nella vita.

Cosa ti rende felice? Avere una famiglia che mi sostiene nelle mie scelte, che mi coccola e che mi vuole bene, ed essere circondata da persone che per me contano molto.

Cosa ti manca per essere felice? L’AMORE vero. Quello che ti manda in tilt e non ti fa capire più nulla.

La donna in cui ti rispecchi di più? Mia mamma! Un vulcano di energie! Una donna solare, allegra, determinata, tosta! Una donna che ne ha superate tante senza abbattersi mai. Una donna che è sempre pronta a darti una mano, che tu sia figlia, amica o sorella.

IMG_20150916_212411

La canzone a cui ti senti più legata? IF di Mario Biondi: adoro la sua voce profonda e le parole della canzone ti parlano al cuore “prenditi il tuo tempo credi in quel che sei non aver paura

Cosa vedi davanti a te? Una lunga vita da vivere sempre col sorriso sulle labbra, perché tutto parte da noi, siamo noi che scegliamo e permettiamo alle cose e alle persone di farci sentire bene o inadeguati.

Dì qualcosa a te stessa.  Sei bella Emy, e lo sei ancora di più dentro, chi ti conosce bene lo sa. Sprigiona quella luce che hai dentro e trasmetti alle altre donne la felicità di volersi bene davvero.

IMG_20151225_091739

Ci metto l’impresa: Nella Limongi

logo-def

Nella è una donna eccezionale. Incredibilmente disponibile, sorprendentemente creativa, decisamente professionale. Per Nella “ogni donna ha diritto al suo abito, unico come lei, che rispecchi il suo stile, rispetti il suo corpo ed esalti le sue forme”. Vi consiglio vivamente di passare a trovarla da XLove: ve ne innamorerete all’istante!

XLOVE Curvy & Fashion – Via Adriatica 44/E – 86039 Termoli (CB) – 0875 71 4645

3

Come sei diventata imprenditrice?

Per la mia passione per l’abbigliamento e il mondo curvy. Sono diventata imprenditrice nel 2009, paradossalmente proprio quando la crisi ha cominciato a manifestarsi in maniera esponenziale. Ma ero sicura e forte dell’idea che l’avventura nel settore Curvy mi avrebbe nel tempo dato ragione, anche se tra mille sacrifici.

I tuoi studi?

Sono diplomata in ragioneria, ho frequentato l’Università in Lingua e Letteratura Straniera e … a tre esami dalla laurea ho lasciato perdere per seguire la mia passione!

Da quanto tempo gestisci il tuo negozio?

Gestisco la mia attività dal dicembre del 2009. Ho iniziato in un locale di 35 mq! E man mano sono cresciuta.

4

Gestire un’attività imprenditoriale, soprattutto in questo periodo, è complicato. Come fai?

Non è facile gestire un’attività imprenditoriale, e non nego che ci sono momenti in cui avrei voglia di mollare tutto, ma la forza di continuare la attingo dalla caparbietà del mio carattere e dalle mie clienti, che hanno piena fiducia nelle mie capacità.

Quante difficoltà hai incontrato durante questi anni di attività?

La difficoltà maggiore l’ho incontrata all’inizio facendo fatica nel farmi conoscere. Ma il passa parola è stato la mia salvezza. Ritengo che sia una delle pubblicità più positive che ci possano essere in questo campo. Sono stata la prima a investire in marchi di moda curvy molto particolari nel look e nei materiali utilizzati, totalmente sconosciuti alla clientela della mia zona. In più la gestione dell’acquisto delle merci differisce da molti altri negozi perché preferisco lavorare maggiormente con il pronto moda e non solo con i campionari, perché do la possibilità di far trovare capi nuovi ogni 15/20 giorni. Ma ciò che più mi ha differenziato rispetto agli altri negozi di taglie forti è stato il variare questi meravigliosi capi in base alla vestibilità di ogni cliente. Tutto questo l’ho realizzato attraverso un ottimo staff sartoriale che ha soddisfatto ogni mia (nostra) esigenza.

6

Spiegati meglio, un capo confezionato può essere modificato presso XLOVE?

Può capitare che un capo di taglia forte non vesta perfettamente la cliente, così cerco di apportare delle modifiche (accorciando, stringendo, allargando, aggiungendo fasce di raso lavorato, pizzo oppure voile, ecc…). In questo modo il capo si modifica solo nei punti giusti, soluzione che non si potrebbe ottenere proponendo (come fanno tanti commercianti) semplicemente una taglia in più.

Possiamo dire che da XLOVE una curvy può non sentirsi “costretta” in una taglia?

Non solo. C’è anche molto altro. Un capo ci piace ma è un po’ troppo sbarazzino con quei volants? Detto fatto! Con qualche accorgimento vengono tolti e sostituiti con un nastro o una cucitura nascosta ben fatta. I classici leggings, immancabili nell’armadio di ogni donna, possono diventare eleganti con del pizzo macramè oppure essere indossati anche da ragazze molto alte con delle applicazioni glamour. Da XLOVE non ci sono limiti pur di soddisfare le mie clienti!

Ci tengo, però, a fare una precisazione. La necessità di modificare un capo non nasce da un difetto nel corpo di una donna. È tutta colpa delle aziende di moda che, per ragioni di economie di scala e di puro profitto, eseguono produzioni di serie. Le mie clienti non sono donne tutte uguali, come scatole di biscotti, sono uniche! E in quanto uniche, ognuna di loro ha bisogno di abiti che si adeguino al proprio corpo e non viceversa. Ogni donna ha diritto al suo abito, unico come lei, che rispecchi il suo stile, ed rispetti il suo corpo ed esalti le sue forme. Da XLOVE questo è possibile!

5

La soddisfazione più grande da quando lavori nel negozio?

Passare ogni giorno nel mio negozio in compagnia delle mie clienti è una grande soddisfazione!

Essere una donna che fa impresa cosa comporta?

Essere donna che fa impresa comporta difficoltà e rinunce. Difficoltà nell’essere competitive, attente al mercato, intuire il cambiamento o la tendenza del momento, confrontarsi con la realtà che ti circonda e studiare nuove strategie che ti distinguano. Rinunce soprattutto per chi ha una famiglia a cui si sottrae tempo e affetti. Io mi reputo fortunata in quanto ho un marito e un figlio che mi hanno sempre seguita e sostenuta anche nei momenti di assenza e difficoltà … compreso Baz, il nostro bassotto.

IMG-20151124-WA0005.jpg

Che consigli dareste ai neo-imprenditori?

Visto il momento storico che stiamo attraversando non è facile dare un consiglio ad un neo-imprenditore. Posso suggerire di cominciare con un piccolo investimento in una piccola impresa. La tenacia e il sacrificio premieranno la sua crescita. Molto dipende dalle proprie capacità e … caparbietà!

Sei fidanzata, sposata?

Sono felicemente sposata ed ho un figlio di 11 anni.

Quanto tempo dedichi a te stessa?

Non dedico molto tempo a me stessa, ma sono altrettanto felice in quanto ho un lavoro che mi gratifica molto.

1

Cosa fa di una donna una vera donna?

Una vera donna è colei che usa la sua femminilità nel modo e nel momento giusto al di là dell’aspetto fisico.

Cos’è la femminilità?

Femminilità è vita, comprensione, sensibilità, tenerezza e la capacità di saper usare corpo e testa in maniera giusta ed adeguata.

Nella, cosa ci metti nella vita?

Tante curve utili a noi Donne per mostrarci femminili anche con qualche chilo in più!

2